Pubblicato da Team Sport Xeler ● 29 Mar 2021

ALLENAMENTO MUSCOLI PER ANDARE PIÙ VELOCE IN BICI: COME RENDERLI FORTI

muscoli-ciclismo-palestra-allenamento-forza-potenza-integratori-recuperoL’allenamento muscoli è essenziale nel ciclismo visto l’intenso sforzo che viene richiesto a questa importante parte del corpo ed è necessario sapere come svolgerlo nella maniera corretta perché risulti realmente efficace e un vantaggio per il ciclista. Esistono vari metodi per svolgere il potenziamento muscolare e ogni atleta sceglie quello che preferisce, ma è innegabile tutti che abbiano i propri punti di forza ed è per questo che alternare le varie tecniche può essere incredibilmente efficace. Non bisogna però dimenticare che i muscoli sono una parte delicata del nostro corpo e dobbiamo prendercene cura specialmente dopo lo sforzo anche con l’utilizzo degli integratori specifici per il recupero.

Allenamento muscoli: a cosa servono per il ciclismo

L’allenamento muscoli è fondamentale per tutti i tipi di sport, ciclismo compreso, e quando decidiamo di montare spesso su una bici, non dobbiamo assolutamente dimenticarci di questa parte. Adattare il corpo allo sport che si pratica è necessario per avere dei risultati in breve tempo ma nel caso del ciclismo limitarsi ad andare esclusivamente in bici può non essere una mossa saggia, questo perché lo sforzo non permette di allenare al meglio tutti i differenti e numerosi aspetti coinvolti nel ciclismo, a partire dai muscoli.

 

Infatti per sviluppare la muscolatura in modo tale da utilizzarla a proprio vantaggio in bici, sarebbe opportuno introdurre delle sessioni di allenamento specifico in palestra, o in ogni caso senza la bici, così da poter abituare il corpo a un allenamento diverso e per ottenere poi risultati differenti oltre che migliori.

 

Senza i muscoli non potremmo vivere e tantomeno fare sport, la loro funzione è quella di rendere possibile il movimento, dare stabilità al corpo e sviluppare l’equilibrio. Per il ciclismo quindi i muscoli sono fondamentali per poter muovere il complesso “atleta-bici” grazie alla forza che esercitano che è anche responsabile di combattere l’attrito che il terreno esercita sul pneumatico, la forza di gravità in salita e diverse resistenze che provengono dalla natura.

 

A primo impatto guardando un ciclista sembra che l’unica parte del corpo che lavora intensamente siano le gambe, ma se chiedessimo a questo stesso ciclista se finita l’uscita sente dolori solo alle gambe, probabilmente si metterebbe a ridere e ci darebbe dei pazzi. Infatti un numero incredibilmente alto di muscoli sono convolti nella pedalata a partire dal collo, arrivando agli addominali e infine ai polpacci. Tutti questi muscoli lavorano sinergicamente per permettere all’atleta di pedalare per lunghi chilometri e assumere un gran numero di posizioni sul sellino senza farsi del male o senza perdere l’equilibrio.

 

I muscoli della parte inferiore del corpo permettono di muovere la bici e percorrere le distanze, invece quella superiore è coinvolta di più nell’equilibrio e nel controllo della bici, specialmente quando si pratica mtb.

 

Si capisce quindi come sia assolutamente importante concentrarsi non solo sulle gambe e sui glutei, ma dare la giusta importanza anche al cosiddetto core, ovvero la pare centrale del corpo. Difficilmente lo si può fare sulla bici ed è per questo che degli esercizi giusti in palestra possono migliorare sensibilmente il tono muscolare e dunque anche la performance.

palestra-recupero-muscoli-froza-fatica-potenza-integratori

Allenamento muscoli: come svolgerlo

Una volta capita l’importanza dei muscoli per il ciclista, soffermiamoci sul punto più saliente di questo tema: come allenare i muscoli.

 

Innanzitutto, quando bisognerebbe svolgerlo? Le modalità e i momenti in cui si può scegliere di introdurre nel proprio piano d’allenamento alcune sessioni di palestra sono essenzialmente due: durante l’inverno quando il ciclista si vede costretto a mettere da parte la bici viste le condizioni climatiche e per non perdere gli sforzi compiuti pratica altre discipline o si concentra sulla massa muscolare oltre che all’utilizzo della bici indoor; oppure si può scegliere di inserire delle sedute di palestra con una determinata frequenza tutto l’anno così da poter allenare costantemente il tono muscolare seppur con dei risultati più graduali rispetto alla prima alternativa.

Entrambe hanno i loro vantaggi e svantaggi e solitamente ogni atleta sceglie per sé la strada migliore e più efficace.

 

Il tipo di allenamento muscolare di cui ha bisogno un ciclista non è il classico allenamento da bodybuilder che spesso viene associato al potenziamento dei muscoli, questo tipo è poco utile per chi va in bici perché aumenta eccessivamente la massa muscolare e si sa che un peso sbagliato può essere un ostacolo. In realtà ciò che serve veramente al ciclista è l’allenamento della resistenza dei muscoli, dunque la possibilità di mantenere uno sforzo prolungato e costante durante l’uscita in bici o la gara.

 

Per la resistenza muscolare quindi non è così fondamentale utilizzare carichi pesanti come spesso si vede in palestra, questo infatti serve per aumentare la massa dei muscoli permettendole di esprimere il massimo della sua forza in un breve lasso di tempo, ma difficilmente con questa tecnica si riesce a mantenere uno sforzo tale.

 

Al contrario sarà necessario allenarsi con carichi bassi ma in maniera continuativa così da tenere costantemente i muscoli in tensione, inoltre in numero di ripetizioni dovrà essere piuttosto alto, al contrario delle pause che dovranno essere ridotte il più possibile. Questo serve per abituare la muscolatura a ciò che dovrà sopportare sulla bici e le permetterà di sentire meno fatica durante le uscite.

 

Vista l’intensità dello sforzo, il numero di esercizi non dev’essere troppo elevato altrimenti si rischia di sovraccaricare il corpo e a volte portare anche a degli infortuni, infine la cosa più importante è ricordarsi che tutto il corpo viene utilizzato in bici e quindi sottovalutare la preparazione di una parte potrebbe compromettere tutto il lavoro svolto oltre a costituire un danno per la salute con conseguenti mal di schiena, male al collo, stiramenti e strappi.

 

Dopo l’allenamento muscoli c’è bisogno del recupero

Uno sforzo muscolare necessita di un periodo di riposo per poter assimilare e interiorizzare i cambiamenti che l’allenamento comporta. Il muscolo è un tessuto composto da fibre, estremamente elastico e che può cambiare in breve tempo. Tutto ciò è possibile solo se allo stesso tempo gli viene dato il tempo e le risorse necessarie per riprendersi in tutta salute dallo sforzo compiuto.

 

Le risorse vengono reperite principalmente dall’alimentazione e dall’integrazione che rendono più facile e veloce il recupero muscolare e mentale, ugualmente importanti. A seguito di uno sforzo abbiamo bisogno di ripristinare le riserve di energia insieme alle singole unità utili a ricostruire i muscoli danneggiati: le proteine. Queste infatti si potranno assumere principalmente tramite l’alimentazione ma anche un buon integratore le contiene per rendere la loro azione più incisiva.

 

Gli integratori per il recupero inoltre svolgono anche un’azione disinfiammante per muscoli e tendini che garantisce la salute di queste delicate parti del corpo. Assumere un prodotto di qualità e naturale può realmente fare la differenza quando si sogna di uscire in bici per molti anni anche quando l’età inizia ad avanzare e sentiamo il bisogno di andare più piano, infatti si potrà godere di un numero notevolmente più basso di infortuni e dolori articolari.

 

Prova subito RECARGO per la salute dei tuoi muscoli dopo l’allenamento!

New call-to-action

Topic: Bike world, Allenamento, Recupero

Commenti